Da Jane Austen al Covid-19: il cervello delle donne ostaggio degli uomini

Per quello che vedo, che sento e che provo in questi giorni, il coronavirus ha riportato in auge travagli mai sopiti. Sfido qualsiasi donna in questo lungo periodo di “state tutti a casa, andrà tutto bene”, con marito, figli e genitori a carico, a essere riuscita a lavorare senza affacciarsi sul baratro di un esaurimento nervoso.

Il Covid-19 e le parole della Morte

L’evoluzione tecnologica ci ha illuso di essere dei supereroi: personaggi da fumetto a cui basta stare lontani dalla Criptonite per diventare invincibili. Ma se c’è qualcosa che le epidemie hanno sempre fatto all'uomo da quando è comparso sulla Terra, è stato buttarlo giù dal piedistallo e restituirlo alla sua mortalità.