Un suono vintage per la tastiera

Io sono cresciuta con il suono della macchina da scrivere nelle orecchie. Era la Olivetti del mio papà, che soprattutto di domenica e festivi, andava avanti a tutta birra. Lo so, lo so... dopo questa premessa, qualunque Millennial che mi stia leggendo visualizzerà una di quelle signore che fanno la réclame dei pannoloni in televisione. … Continua a leggere Un suono vintage per la tastiera

Il viaggio di Michele

Ciao, Miche'. Grazie perché ogni volta mi insegni come il segreto per far emergere la Luce stia nel rendere protagonista il Buio, e che a Teatro come in ogni Arte: “tutte le cose non son altro che bagattelle, fanciullaggini o baggianate, chiunque le faccia, se non son fatte dal vero”. Grazie ai caravaggeschi ragazzi e … Continua a leggere Il viaggio di Michele